Samsung Galaxy Tab 2: eseguire il rooting con ripristino del firmware originale

super_root_android
fonte: dal web

In rete si trovano diversi tutorial più o meno ben fatti in cui viene spiegato come ottenere gli accessi di root (e quindi il controllo completo) del proprio tablet Android.

Prendendo spunto dalla nostra esperienza e da un sunto dei migliori tutorial che abbiamo scovato in giro per la rete abbiamo deciso di scrivere questo articolo per racchiudere in un solo posto una mini guida non solo per eseguire il rooting sul proprio dispositivo, ma anche, e forse più importante, per ripristinare lo stato di fabbrica del nostro tablet, in modo da poter mantenere attiva la garanzia.

La cosa più interessante è che una volta presa coscienza dei passaggi necessari allo scopo sarà possibile decidere se ripristinare uno stato completamente originale (senza accessi di root) o se ripristinare lo stato di fabbrica mantenendo però i permessi di super utente: inoltre le stesse medesime tecniche che vedremo permettono di installare ROM customizzate, pratica che ormai viene richiesta moltissimo da tutti gli utenti avanzati di smartphone e tablet.

Perchè eseguire il rooting?

Prima di vedere il dettaglio delle procedure per eseguire il rooting è utile capire perchè ci dovrebbe interessare eseguire quelle che sono delle modifiche molto delicate che potrebbero anche danneggiare irrimediabilmente il nostro device.

Infatti deve essere chiaro che queste procedure sono assolutamente facoltative, e pertanto la responsabilità di quanto potrebbe succedere  al proprio dispositivo è esclusivamente del suo proprietario: ad ogni modo alla fine di queste piccola premessa dovremmo avere tutte le informazioni necessarie per decidere con un pò più di coscienza se vogliamo correre il rischio e soprattutto se abbiamo le competenze per eseguire le procedure riducendo al minimo i rischi.

Il rooting è un processo che permette di ottenere il controllo completo del nostro dispositivo. Diventando utenti “root” possiamo ad esempio eliminare ogni sorta di applicazione, nativa o meno, ma anche installare, modificare, praticamente ogni componente software del nostro device.

Se sappiamo cosa fare e come agire possiamo ad esempio eliminare le applicazione che vengono installate dal produttore del dispositivo e che normalmente ci occupano risorse senza molto senso, perchè in moltissimi casi sono applicazioni poco utili e poco interessanti. Avendo gli accessi root possiamo apportare modifiche al sistema operativo, oppure possiamo modificarlo interamente senza dover aspettare gli aggiornamenti della casa produttrice (che tra l’altro in moltissimi casi neanche sono contemplati).

In poche parole il rooting ci permette di superare le limitazioni che alcuni produttori mettono sui device, in modo da ottenere le possibilità di alterare le impostazioni di sistema, i permessi, e quindi eseguire tutta una serie di operazioni non permesse all’utente Android “normale”. Per chi volesse approfondire il rooting è disponibile una esaustiva pagina su wikipedia.

Eseguire il rooting

Vediamo allora come precedere per eseguire il rooting del nostro device.  Ecco di cosa abbiamo bisogno (gli applicativi necessari al rooting sono scaricabili da qui):

  1. Samsung KIES o Samsung USB Driver
  2. Odin
  3. ClockworkMod Recovery
  4. CWM Root
La prima cosa da fare è installare Samsung Kies o i driver Samsung USB, altrimenti il tablet non viene riconosciuto quando lo colleghiamo al nostro PC tramite la porta USB. Purtroppo i driver Samsung  non sono disponibili per sistemi operativi Linux-based, pertanto per effettuare la procedura di rooting consigliamo di utilizzare una macchina Windows.
In rete si trovano delle guide che spiegano alcuni work-around per chi volesse utilizzare Linux, ma in effetti il rooting lo faremo una sola volta per device, pertanto è più facile (e più economico in tempo) trovare una macchina windows (anche virtuale eh!).
Una volta installati i driver, impostiamo l’USB debugging su nostro dispositivo:
Impostazioni –> Applicazioni –> Sviluppo –> USB Debugging
Ok, a questo punto iniziamo il lavoro vero. Ecco come precedere:
  1. Spegniamo il tablet;
  2. Togliamo la SDCard ESTERNA e copiamo nella root della stessa il file cwm-root-gtab2.zip;
  3. Inseriamo la SDCard nel tablet;
  4. Restartiamo il tablet in download mode: dobbiamo tenere premuti contemporaneamente la combinazione di tasti “Accensione” + “Alzo Volume”. Mi raccomando assicuratevi di non avere ancora collegato il tablet al PC;
  5. Comparirà una schermata con un triangolo giallo: premiamo il tasto “Abbasso Volume” per continuare;
  6. Riprendiamo il tablet e lo connettiamo al PC;
  7. Lasciamo il tablet per un attimo e spostiamo sul PC: unzippiamo Odin3 v1.85.exe e lanciamolo;
  8. Se tutto sta funzionando correttamente dovremmo vedere un box in alto a sinistra con un nome tipo…..: questo significa che il tablet è connesso correttamente e risulta accessibile a Odin;
  9. In Odin clicchiamo sul pulsante “PDA” e selezioniamo il file GT-P51??_ClockworkMod-Recovery_5.5.0.4.tar precedentemente scaricato;
  10. Clicchiamo sul pulsante “Start” di Odin;
  11. Se tutto è andato per il meglio, allora il boxino su Odin diventerà verde e il tablet verrà riavviato;
  12. Scolleghiamo il tablet dal PC e spegniamolo;
  13. Riavviamo il tablet in recovery mode premendo contemporaneamente la combinazione di tasti “Accensione” + “Abbasso Volume”;
  14. Utilizzando i tasti del volume per scegliere le opzioni e il tasto dell’accensione per selezionare, selezionare la voce install zip from sdcard;
  15. Scegliamo il file cwm-root-gtab2.zip che abbiamo precedentemente copiato nella SDCard esterna (vedere passo 2);
  16. Aspettare che il processo di rooting termini;
  17. Terminato il processo di rooting, selezionare l’opzione di riavvio e riavviare il tablet;
FINITO! Se tutto è andato bene, il tablet risulterà rootato: per verificare di avere effettivamente ottenuto i privilegi di super-utente scarichiamo Titanium Backup (Free Version) e proviamo ad effettuare un backup di tutto il device. Al primo avvio di Titanium Backup dovrebbe esserci richiesto l’accesso come super utenza: concediamo i permessi e godiamoci i super poteri.

Ripristino del firmware originale

Ora e solo ora che abbiamo tra le mani un device con i permessi di super utente, possiamo decidere di ripristinare lo stato di fabbrica del nostro tablet azzerando il Download counter (che sostanzialmente è il contatore che verifica se il device è stato modificato o meno –> in poche parole è questo che invalida la garanzia).

Per completare questa procedura abbiamo bisogno di due App, Mobile Odin Pro e Triangule Away. La prima è a pagamento, mentre la seconda è gratuita. E’ possibile scaricare anche una versione Lite gratuita di Mobile Odin, ma nella versione Lite alcuni passaggi critici devono essere fatti “a mano”, e vista la delicatezza delle operazioni consigliamo vivamente di comprare l’app: costa poco più di 4 euro, ma saremo altamente ripagati in tempo risparmiato e in stress scampato, perchè praticamente si occupa di tutto questa app. Inoltre questa applicazione ci permette di installare il firmware che vogliamo/possiamo tenendo i privilegi di root e allo stesso tempo il Download counter a zero. In pratica alla fine di tutto possiamo avere un tablet fresco fresco con firmware originale ma allo stesso tempo rootato: in questo modo potremo fare .

Vediamo i passaggi per riprinare il firmware:

  1. Scarichiamo il firmware che ci interessa da qui, unzippiamolo e copiamolo nella SDCard esterna;
  2. Lanciamo Triangule Away e resettiamo il Download Counter (che alla fine del processo dovrebbe risultare 0);
  3. Lanciamo Mobile Odin Pro e selezioniamo la voce “Open File…” e selezioniamo il file tar.md5 del firmware scaricato al punto 1;
  4. Nella sezione denominata Everroot possiamo decidere di selezionare tutte le opzioni per mantenere i privilegi di root oppure deselezionarle tutte per riportare il device allo stato davvero di fabbrica (senza privilegi di root);
  5. Consigliamo di selezionare tutte le opzioni per avere il device come l’orginale ma rootato (il rooting si può togliere in qualsiasi momento eseguendo la stessa procedura ma deselezionando le opzioni Everroot);
  6. Selezioniamo tutte le opzioni Wipe;
  7. Selezioniamo “Flash Firmware” e aspettiamo che si compia la magia;

 A questo punto abbiamo aggiornato il nostro device con il firmware che vogliamo mantenendo i privilegi di root: chiaramente questa stessa procedura può essere seguita per forzare l’aggiornamento del firmware (ad esempio per colore che possiede un Samsung Galaxy Tab 2 10.1 WiFi è possibile scaricare ed installare il firmware con la versione 4.1.1 di Android).

Ricordate che queste procedure sono molto pericolose perchè potrebbero danneggiare irrimediabilmente il device, per cui eseguitele solo se ritenete di poterle concludere con successo: è una vostra scelta, pertanto non ci riteniamo in nessun modo responsabili di quanto farete con il vostro device. Il processo di flashing, se per qualsiasi motivo si dovesse interrompere, potrebbe rendere il vostro tablet inutilizzabile per sempre.

IMPORTANTE: per questioni di sicurezza, assicuratevi di iniziare queste procedure con almeno il 70% della batteria  del vostro device carica

22 commenti su “Samsung Galaxy Tab 2: eseguire il rooting con ripristino del firmware originale”

  1. Salve, ho letto con attenzione ma temo di non avere le competenze per fare queste cose correttamente. Il mio Samsung tab 2 10.1 improvvisamente si blocca perchè non funziona piú la tastiera e qualsiadi applicazione che la usa crasha appena aperta. L’unico rimedio è resettare ma quando succede una volta al mese c’è il rischio di un esaurimento nervoso. Ho portato il tab in assistenza e ho anche pagato 10€ ma non hanno fatto nè piú nè meno di quello che faccio io: reset! Sapete dove posso portare il mio tab per fare quello che avete egregiamente descritto, soprattutto per riportare il device ai dati di fabbrica (il problena è sorto dopo l’unico upgrade che c’è stato) o magari inserire un s.o. piú valido?
    Vi rongrazio per l’attenzione

  2. @Emanuele
    Ciao Emanuele,
    anche se non molto di frequente, può capitare che dopo un aggiornamento del firmware ci siano problemi di questo tipo.
    In tutte le prove che abbiamo fatto non abbiamo riscontrato rallentamenti, ma ciò non vuole dire che non possa capitare! 😉
    Ad ogni modo potresti provare a fare un backup di tutti i dati del tuo tablet ed eseguire un factory reset…ti cancellerà tutto riportando il tablet allo stato in cui è uscito dalla fabbrica: spesso questo risolve problemi di performance.
    Facci sapere com’è andata! 😉

  3. Salve!!! Posseggo un Samsung P5110 Wi-Fi dopo aggiornamento alla Versione 4.2 direttamente ds tablet trovo che sia molto più lento e la foto e viedocamera si bloccano!!! Grazie per eventuali consigli!!!

  4. RISOLTO:
    posto questo perché potrebbe interessare altri; su galaxi tab 10.2 (GT-P5100).
    Ho seguito la tua procedura; tutto ok solo che ho cambiato i files da flashare.
    GT-P5100_clockworkmod-recovery_6.0.1.2_Touch.tar (invece della versione 5)
    e cwm-SuperSU-v0.96.zip (al posto del vecchio superuser).
    Inoltre a procedura finita super SU mi ha chiesto di disinstallare la versione superuser che non riuscivo a disinstallare ed è stato tutto ok.
    Grazie comunque dell’attenzione

  5. Apro Odin3 v1.85
    in alto appare CF-Auto-Root-espresso10ff-espresso10rfxx-gtp5100
    flaggo PDA e scelgo il file che mi serve clock…
    mi fa la procedura corretta e sul pc appare PASS in verde, sul tablet termina la procedura di rooting e ritorna alla schermata con le opzioni, faccio un passo indietro e vado sul menu principale, poi reboot, riavvio però non è rootato

  6. @WindofKeltya
    Ciao, è molto strano, sei sicuro che non ci sia un qualche errore visualizzato da qualche parte? Ad esempio, sei sicuro che il processo di rooting sia terminato correttamente? che messaggio ti viene stampato una volta che il rooting termina?

  7. Ciao, ho seguito le istruzioni alla lettera per il Galaxi GT P5100 ed è andato tutto a buon fine solo che… il dispositivo NON è rootato (titanium backup conferma).
    Es Explorer mi lascia settare il root ma in effetti non funziona.
    Grazie per l’aiuto che mi potrete dare.

  8. ma il punto 9 è mormale che che metta tanto perchè faccio “start” e poi continua a dire “setup connection…” e continua così per tanto…

  9. @Sam
    “Ripristinare con i dati di fabbrica” significa che il device verrà riportato esattamente allo stato in cui è uscito dalla fabbrica…per cui chiaramente senza rooting e soprattutto perdendo tutte le impostazioni (questo è il problema meno grave, utilizzando Titanium Backup, ad esempio, è possibile eseguire un backup e un restore di tutta la piattaforma).

    Se scegli di ripristinare i dati di fabbrica devi puoi ri-eseguire il rooting!

  10. Ora e solo ora che abbiamo tra le mani un device con i permessi di super utente, possiamo decidere di ripristinare lo stato di fabbrica del nostro tablet azzerando il Download counter (che sostanzialmente è il contatore che verifica se il device è stato modificato o meno –> in poche parole è questo che invalida la garanzia).

    Posso ripristinare il tablet ai dati di fabbrica leggendo solo questo pezzo? Non devo mettere nuovo firmware o altro..devo solo ripulire il tablet senza aggiungere ne togliere il root..appena può mi dia una risposta. Posso cioè cliccare sul tablet “ripristina dati di fabbrica” senza rischiare di togliere il root o danneggiare le impostazioni?

  11. un ultima domanda, io ho intenzione solo di ripristinare il tablet (con il root)senza mettere firmware perché già è jellybean. Volevo solo dare una pulita al dispositivo, posso comunque seguire questa guida??
    Grazie della risposta precedente

  12. @Sam
    Non dovresti avere nessun problema a ripristinare con il rooting, anzi: ciò nonostante come saprai e come non smettiamo mai di sottolineare sono procedure pericolose che possono danneggiare anche irrimediabilmente il device, per cui dei rischi ci sono sempre…ma sono quelli naturali nel seguire procedure di questo tipo 😉

  13. Buongiorno, le scrivo che ho letto la sua guida. Tutto interessante e finalmente ho trovato quello che cercavo. C’è solo una cosa che vorrei aggiungere, devo ripristinare il tab con il root ed eseguirò quello che hai scritto. Io però non devo mettere aggiornamenti o firmware, devo solo ripulire il tab perché voglio fare la partizione alla micro SD. Per fare una cosa pulita formatto la SD e ripristino il tab. Se eseguo il ripristino con il root attivo rischio di avere qualche problema dopo? M consiglia di togliere il root o disinstallarlo e metterlo dopo?

  14. @stefano
    Ciao! E’ molto strano, perchè questa procedura l’abbiamo testata più di una volta…giusto per sicurezza, hai copiato il file cwm-root-gtab2.zip nella SDCard giusto? Perchè in caso contrario potrebbe non funzionare…

  15. ciao possiedo un galaxy tab2 10.1 gt p5100 della 3
    sto seguendo la tua guida ma al seguente passaggio:
    tilizzando i tasti del volume per scegliere le opzioni e il tasto dell’accensione per selezionare, selezionare la voce install zip from sdcard;
    15.Scegliamo il file cwm-root-gtab2.zip che abbiamo precedentemente copiato nella SDCard esterna (vedere passo 2);
    quando confermo mi dice signature verification failed!
    sai aiutarmi?

I commenti sono chiusi.