Organizzazione del team e del progetto con Asana

fonte: dal web
fonte: dal web

La gestione di progetti di una certa dimensione richiede il supporto di tutta una serie di strumenti e tools che dipendono dal tipo di progetto, dal budget a disposizione, dalle modalità di lavoro, dal team, dallo stile e dalle tecniche di project management scelte, e anche, perchè no, dal  gusto personale. Ci sono molti strumenti a disposizione di sviluppatori software e project manager per gestire ed ottimizzare l’avanzamento dei progetti, ognuno con le sue caratteristiche e con i suoi pro e contro. Asana è UNO dei tanti prodotti a disposizione, ma abbiamo deciso di scriverci una mini-recensione  perchè è uno strumento sicuramente tra i più interessanti e facili da usare.

Cos’è Asana

Uno dei punti di forza di Asana è sicuramente l’interfaccia grafica, particolarmente intuitiva e semplice da utilizza, user-friendly ed immediata anche per chi non ha particolare conoscenze tecniche. Essendo un’applicativo web, è accessibile ovunque e praticamente da qualsiasi dispositivo mobile, sia tablet che smartphone. Asana porta una forte componente social nel contesto lavorativo, permettendo così di aumentare, ottimizzare e facilitare il teamworking: creare, assegnare, seguire e commentare task è comodissimo e semplice per tutti i membri del team, che vedono così aumentare la comunicazione e lo scambio di informazioni. In poche parole Asana può essere visto come un task manager particolamente evoluto, in cui raccogliere la storia e il futuro del proprio progetto.

Perchè Asana

Abbiamo visto che è un’applicazione web accessibile ovunque: questo significa che è uno strumento particolarmente interessante per i “team sparsi”: gli aggiornamenti sull’interfaccia sono immediati, e il sistema di notifiche è molto comodo per segnalare praticamente ogni sorta di aggiornamento/modificati dei nostri task. E’ uno strumento sufficientemente flessibile da poter essere adottato a supporto praticamente di qualsiasi modalità di lavoro sia stata scelta per il progetto: la possibilità di gestire milestone, priorità e di personalizzare le viste aiuta a capire dove ci sono “colli di bottiglia” e procedere così all’ottimizzazione di tesk e risorse.

Modalità di utilizzo

Asana è free per team composti da massimo 15 membri, per cui è utilizzabile in contesti sicuramente già di una certa portata. Per chi avesse la necessità di gestire più di 15 membri, è a disposizione un piano tariffario anch’esso abbastanza flessibile.

In conclusione, Asana è sicuramente un task manager interessante ed utile: si impara in fretta e se usato con continuità aiuta ad ottimizzare il proprio lavoro e il lavoro del gruppo: da provare!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*